staff st maryPuò una piccola vita che nasce unire e creare legami al di là di tutte le barriere?
La risposta sembra facile, specie a Natale, in questo periodo in cui celebriamo la nascita di Nostro Signore. Una risposta che sr Bianca Garascia e sr Annalisa Pansini hanno dato senza esitazioni, senza remore… un sì di cui loro sono testimoni giornalmente al St Mary Maternity di Khartoum.

78 anni sr Annalisa, 86 sr Bianca eppure entrambe con la vitalità e la gioia di vivere di due trentenni, sempre in prima fila, sempre con il sorriso, pronte dove possono a sostenere ed aiutare la gente del Nord Sudan, la missione in cui operano da 40 anni.
“Ogni mese, nella nostra maternità, nascono in media 250/280 bambini di cui una trentina con cesareo” racconta sr Bianca “E noi non facciamo alcuna distinzione. Ricche, povere, cristiane, musulmane tutte sono le benvenute.”

Accogliere tutte è una missione ed è bello vedere i legami di fraternità che nella clinica si formano e che durano nel tempo.
E le donne che ogni giorno si recano in questa clinica, che dispone solo di quaranta letti, sono davvero tante. Si fidano. Sanno che lì troveranno accoglienza e professionalità a costi accessibili o completamente gratis per le più povere.
neonato st maryAperto nel 1962, il St Mary Maternity è l’unico ospedale cattolico della zona e vi lavorano solo medici e infermieri locali. Per non parlare dei volontari.
“Circa due volte a settimane viene a trovarci una dottoressa. È stato il primo medico donna sudanese” ci racconta sr Bianca “Ora ha 80 anni eppure continua a visitare le donne in carcere e ad offrire la sua professionalità per i più poveri nella nostra clinica.”

L’affiatamento dello staff va oltre le differenze di religione o di tribù e tutti si aiutano gli uni con gli altri. Questo clima viene trasmesso anche alle pazienti e alle loro famiglie generando legami e azioni di gran cuore.
“Un giorno una donna è venuta all’ospedale” ricorda sr Annalisa “Il tempo era vicino ma lei non aveva nulla né per sé né per il suo bambino. Assolutamente nulla. In quel momento un ricco musulmano stava uscendo dall’ospedale, anche la moglie doveva partorire, ma non era ancora giunto il momento. Vedendo la donna in lacrime mi chiese cosa fosse successo. Glielo dissi e lui senza dire una parola uscì dall’ospedale e andò a comprare tutto il necessario per la donna e per il suo bambino.”

Le difficoltà naturalmente non mancano: il costo dei medicinali è in continuo aumento così come quello delle attrezzature pre e post natali, ma sr Bianca e sr Annalisa continuano per la loro strada, sono testimoni della bontà della gente e sanno che la Provvidenza continuerà a sostenerle.
Dopotutto “Dio assiste i poveri” come ha detto una vedova a sr Annalisa dopo aver partorito in casa da sola, con l’unico aiuto del figlio di tre anni… un Dio che per scendere in mezzo a noi si è fatto bambino, piccolo tra i piccoli, per portare un messaggio d’amore che ci unisce e ci rende fratelli.  

News

20/Marzo/2019

Ciclone Idai: emergenza in Mozambico

Per sostenere il popolo mozambicano duramente colpito dal ciclone Idai DONA ORA scrivendo come causale "Emergenza Mozambico" Carissimi amici e…
05/Marzo/2019

Cosbel Children: un campo per andare in alto

Un detto dice: La gente forte non butta giù gli altri, ma li solleva. Questo è il vero fondamento del Cosbel Children: la crescita dei bambini che lo…
07/Febbraio/2019

Fiume di vita e… fiumi di denaro

Santa Maria de los Cayapas è un piccolo villaggio situato nel cuore della giungla nel Nord della regione di Esmeraldas, ed è raggiungibile solo…
15/Gennaio/2019

Kuchinate Christmas Party

Ogni anno, in questo periodo, le donne rifugiate e richiedenti asilo africane attendono con ansia la festa di Natale che si tiene a Kuchinate, il…
03/Gennaio/2019

Mary e Adela

Carissimi Amici, Eccomi al nostro appuntamento per gli auguri di Natale. Ancora una volta Dio, nella sua provvidente sollecitudine, ci dona di vivere…
21/Dicembre/2018

Ricchi di gioia

Era il 2016 quando sr Alejandra Moreira Jimenez, poco più che trentenne, arrivò a Deressia, in Ciad. La sua prima missione in terra d’Africa.“Mi…
Pagina 1 | 2 | 3 > Last(16) Prossima >