classe scuola secondaria hawassaEsco dalla porta del mio ufficio e trovo Yao (nome di fantasia) alla finestra di Brigitte (nome di fantasia), la segretaria.
“Viva Iddio che sei arrivato. Manchi solo tu. Vieni dentro a compilare la domanda per fare gli esami nazionali. Dobbiamo consegnare tutte le domande entro domani” gli dico.
“Ma devo pagare...” mi risponde con una mazzetta di soldi in mano.
“Paghi dopo alla segretaria.”

Lui entra e gli faccio compilare la domanda.
Tiro un sospiro di sollievo e con il pensiero sono già alla prossima cosa da fare, una delle mille che riempiono una tipica giornata di lavoro da preside di scuola superiore. Qualche minuto dopo entra in ufficio Brigitte e chiude la porta dietro di lei.
“Sister, Yao deve pagare la rata delle tasse scolastiche e la tassa per gli esami nazionali – circa 1.500 birr. Cosa faccio?”
Già: che fare?

Yao è uno dei 702 studenti della Saint Daniel Comboni Secondary and Preparatory School di Hawassa, nel Sud dell’Etiopia.
È il primo di 5 figli, la più piccola va all’asilo. Suo padre, dipendente governativo, sta lottando contro un cancro alla testa dal mese di settembre: è stato in coma per alcune settimane quando il cancro ha premuto sul cervello, ha subito una tracheotomia perché il cancro lo stava soffocando, e adesso è ad Addis Abeba dove sta facendo cicli di chemioterapia pesantissimi.
È un incubo terribile, reso ancora peggiore dall’arretratezza delle strutture ospedaliere etiopiche e dalle spese enormi che la famiglia sta sostenendo per queste cure: non c’è copertura sanitaria qui... e il governo ha anche smesso di pagargli il salario perché manca dal lavoro da molti mesi.

“Lascia perdere, Brigitte. Il fondo borse di studio può coprire le sue spese. E digli anche di non preoccuparsi per la prossima rata delle tasse scolastiche.”
Brigitte esce e torna dopo qualche minuto.
“Sai, sister, aveva chiesto i soldi in prestito ai suoi amici. Non ha voluto preoccupare la sua mamma che già ha tanti problemi. Ha detto di dirti grazie.”

Il grazie di Yao è per tutti voi, amici, che ci sostenete e contribuite al fondo borse di studio della scuola.
Grazie e che Dio vi benedica per tutto il bene che ci permettete di fare.

Sr Daniela Molinari
Preside della CSPS

CLICCA QUI PER CONTINUARE A SOSTENERE LA S. DANIEL COMBONI SCHOOL DI HAWASSA  

News

07/Agosto/2019

Guardando al futuro

Avviato nel febbraio del 2018, il Lar di Balama, un collegio per studentesse, ospita al momento 50 studentesse di cui 40 sono interne. Le classi…
10/Luglio/2019

In gioco verso un futuro sostenibile

Un calcio ad un pallone, un canestro… basta poco per rendere felice un bambino, per vederlo sorridere. Lo sport per loro non è solo una semplice…
20/Giugno/2019

Sogni e passi avanti

Tutti i grandi sogni cominciano con un’idea semplice e dei piccoli passi. L’idea, avuta negli anni ’80, dalle suore comboniane e dal parroco della…
31/Maggio/2019

La lunga notte di Mandura

È impossibile condensare in poche righe un mese complesso come questo. A partire dalla settimana santa della Pasqua etiopica (12 aprile), la comunità…
21/Maggio/2019

Karak nel cuore: la testimonianza di Federica

Voglio condividere con tutti voi che state leggendo la mia meravigliosa e profonda esperienza a Karak, presso l’ospedale italiano, gestito dalle…
13/Maggio/2019

Ciclone Idai: due mesi dopo

Carissimi amici, amiche, gruppi e comunità parrocchiali, vi scrivo per aggiornarvi sulla situazione che stiamo vivendo in queste settimane. Purtroppo…
Pagina 1 | 2 | 3 > Last(17) Prossima >