capulana“Capulana” è il nome che viene dato in Mozambico ai teli colorati che ogni donna possiede.
La dimensione della capulana è standard, un metro di altezza per due di lunghezza (quattro per quelle “doppie”), ma colori e fantasie sono infiniti.
Più che un pezzo di tessuto colorato è un’icona carica di storia, che trasmette un messaggio, genera fascino e curiosità.

A cosa serve la capulana?
Si potrebbe dire che serve a tutto. Innanzitutto, la capulana viene avvolta intorno ai fianchi a mo’ di gonna, e nelle zone rurali o nei quartieri periferici della capitale questo è l’abbigliamento tradizionale di ogni donna che si rispetti.
ragazza con capulanaL'uso va anche molto oltre la moda: la capulana, è indispensabile per portare un bimbo sulla schiena alla maniera africana.
Una capulana stesa sul marciapiede o al mercato serve alle venditrici ambulanti per esporre la propria merce, e a fine giornata, la si arrotola, formando un cerchio che, adagiato sulla testa, aiuta a trasportare facilmente sino a casa la cesta con gli articoli rimasti invenduti.

In questo tempo in cui è stato decretato lo stato d’emergenza per il Covid-19, non possiamo concretizzare il nostro programma di incontri di sensibilizzazione sulla Laudato Si, per questo abbiamo pensato di affidare il messaggio sulla cura della casa comune alla capulana!

La produzione è stata affidata ad una fabbrica di Nampula, il disegno è opera di una Suora Missionaria Comboniana. Lo sfondo verde richiama la natura, l’Africa con le sue foreste (purtroppo a rischio), al centro la casa situata nel mondo a significare che il mondo è la nostra casa comune di cui dobbiamo prenderci cura perché è la casa di ciascuno e di tutti i popoli.
La casa è illuminata dal sole: la luce è vita, quella vita che viene dall’Alto e che ci è data perché anche noi possiamo trasmetterla con speranza, alle generazioni future.
dettaglio capulanaLa scritta è incisiva: “Cuidar da nossa casa comum” (Prendersi cura della nostra casa comune) e richiama subito alla Laudato Si.
I bordi in alto e in basso rappresentano la struttura elicoidale del DNA, elemento di vita comune a tutti gli esseri viventi. Nel DNA tutto è connesso “Buona parte della nostra informazione genetica è condivisa con molti esseri viventi” (LS 138). Acqua, natura, terra, animali, piante, persone ci ricordano che “Non è superfluo insistere ulteriormente sul fatto che tutto è connesso” (LS 138).

La capulana sarà venduta a un prezzo simbolico di 2,5 € che servirà per finanziare le varie attività che verranno realizzate dalle giovani donne per rigenerare l’ambiente.
Grazie anche al sostegno della Caritas Ambrosiana che ci ha permesso di avviare questa iniziativa nel progetto “Giovani donne per rigenerare la natura”.

sr Laura e sr Rita