sr amelia impara cucireNella Repubblica Democratica del Congo, il lockdown o “le confinement”, come viene chiamato qui, è stato proclamato il 19 marzo.
Subito, nella nostra comunità abbiamo seguito le raccomandazioni delle autorità civili e religiose del paese, così come quelle trasmesse dalla nostra Superiore Generale e dalla nostra Provinciale.

All’inizio si respirava un’aria di paura a causa del coronavirus; abbiamo pensato che la situazione sarebbe stata catastrofica. Per tale motivo abbiamo preso decisioni rigide riguardo al lockdown invitando tutti gli operai a restare a casa; solo uno, veramente necessario, è rimasto con noi.

sr amelia cucinaDa parte mia non ho provato paura tanto per il coronavirus quanto per il tanto lavoro che avremmo dovuto portare avanti da sole, così all’improvviso.
In particolare pensavo ai lavori di cucina: soltanto a pensare di preparare il pane mi veniva il panico. Magari avrei potuto preparare le tortillas senza troppe difficoltà visto che sono messicana, ma preparare il pane… mio Dio… mai fatto! Per questo in un primo momento mi sono sentita a disagio, ma dopo ho chiesto al Signore il coraggio di andare avanti.

Dopo qualche giorno in cucina mi sono sentita contenta; ho pensato che questo poteva essere un tempo per fare cose che non facevo da tempo, per sperimentare e anche per essere creativa in cucina sperimentando piatti nuovi (in questo caso devo ringraziare Google che mi ha aiutato!)
comunit isiro cura ortoOltre alla cucina c’era anche il lavoro del giardino. Un lavoro un po’ duro, ma bello. Tutte noi, dopo la colazione, entravamo in contatto con la terra: chi rastrellava, chi toglieva le erbacce, chi seminava, ecc. Questo lavoro, fatto tutte insieme, mi ha fatto sentire in comunione con le mie sorelle.

Oltre a questi lavori ho anche pensato di riempire il mio tempo con qualcosa di istruttivo per me: imparare a cucire. I corsi continuano ancora.
Oggi ringrazio il Signore per l’esperienza fatta. Dopotutto anche nelle situazioni difficili dobbiamo vedere il lato positivo.
Alla fine un’esperienza che pensavo sarebbe stata molto dura si è rivelata al tempo stesso una bella opportunità.

Sr Amelia Romo