camilla bambini esmeraldasCarissimi Amici e Benefattori,
dalla nostra verde e bella terra di Esmeraldas, in Ecuador, vi saluto con tanta simpatia ed affetto e auguro a tutti un Felice Natale e un prospero Anno 2020.

Nel 1996, dopo aver lavorato 8 anni a Roma nella procura missione, sono partita per l’Ecuador, portandomi nel cuore la nostalgia di tutti voi, che mi eravate cari e con i quali avevo condiviso la preoccupazione per le nostre missioni.
Arrivata per la seconda volta in Esmeraldas il Vescovo mi affidò il settore dell’Educazione Cattolica, con uno sguardo particolare all’educazione fiscale.

Mi resi subito conto che moltissimi bambini e bambine restavano al margine dell’educazione perché erano stati abbandonati dal papà e di conseguenza non avevano la possibilità di comprare il necessario: uniforme e materiale scolastico per poter frequentare regolarmente la scuola.

Quello stesso Natale vi informai della situazione. Mi venne offerta la possibilità di avere delle adozioni a distanza che subito accettai.
Credo, infatti, che l’educazione sia il mezzo più efficace per far progredire un popolo, educarlo alla responsabilità, alla solidarietà, alla collaborazione e alla non violenza.
Le necessità erano molte per questo imposi un semplice criterio: favorire le famiglie povere e numerose. Oggi 250 famiglie godono di questo beneficio.

bambini esmeraldasDalla città la nostra azione educativa si è estesa alla zona rurale. Attualmente 37 bambini e bambine, provenienti dal nord della provincia e lasciati soli dai genitori, possono frequentare la scuola qui in città ospiti del Hogar Campesino.

Un altro settore che mi è particolarmente caro è il progetto per i diversamente abili chiamato “Vaso Rotto”.
Oggi sono 14 i bambini disabili che frequentano la scuola speciale “Giovanni Paolo II” dove ricevono delle cure appropriate che li rendono autonomi e capaci di affrontare serenamente la vita.

Tutti questi progetti vengono finanziati da persone buone come voi che si preoccupano di chi è stato meno favorito dalla vita e vogliono dare una mano per migliorare la società.
È questo il dono natalizio più bello che possiate fare.
Grazie, Amici, a nome mio e dei tanti che voi aiutate.

Sr. Camilla Andreatta