bimbo ospedale bebedjaOgni volta che un bambino malnutrito viene ricoverato nel nostro centro terapeutico, il mio cuore è invaso da una grande tenerezza. Contemplare questi corpicini fragili, tristi e sofferenti, cercare di capire in quale modo prendersene cura, con amore e rispetto, come un dono sacro che viene dall’alto, è sempre una grande sfida.

Resto poi stupita nel vedere i piccoli cambiamenti di ogni giorno: le guance che cominciano a riempirsi, i sorrisi che sbocciano sui volti e la voglia di tornare a giocare.
Fino al miracolo della guarigione che supera sempre le mie attese di bene che pensavo per loro.

Ogni giorno sono sempre davanti al Mistero e penso che ognuno di noi è guardato così da Dio.
Lui è il solo capace di vedere, pur tra le nostre fragilità e peccati, quella luce di santità che ci portiamo dentro e che è capace di far uscire per fare di noi un capolavoro unico ai Suoi occhi.
Lui è il solo capace di trasformare le nostre lacrime di dolore in perle di amore.

È il miracolo che Lui realizza e che noi contempliamo nella gioia il giorno di Pasqua. È solo questione di tempo... e di tanto Amore.

Buona Pasqua a tutti
sr: Raffaella Pironti


PER SOSTENERE L’OSPEDALE DI BEBEDJA CLICCA QUI